VANIA



Spettacolo finalista del premio In-box 2017 Uno zio Vania racconta le paure, le frustrazioni e il senso di vuoto dei nostri tempi attraverso una drammaturgia originale costruita a partire dai temi e dai personaggi del capolavoro di Anton Cechov, Zio Vanja.
“Tutti, finché siamo giovani, cinguettiamo come passeri sopra un mucchio di letame. A vent’anni possiamo tutto, ci buttiamo in qualsiasi impresa. E verso i trenta siamo già stanchi, è come dopo una sbornia. A quarant’anni poi siamo già vecchi e pensiamo alla morte. Ma che razza di eroi siamo? Io vorrei solo dire alla gente, in tutta onestà, guardate come vivete male, in che maniera noiosa. E se lo comprenderanno inventeranno sicuramente una vita diversa, una vita migliore, una vita che io non so immaginare”. Così scriveva Anton Cechov in una delle sue lettere. “L’ottima prova attoriale della compagnia Oyes si sposa alla svelta ma puntuale rilettura del testo di Cechov, che qui assume ancora più acri riflessi di un disagio generazionale.” Renato Palazzi, delteatro.it


ideazione e regia Stefano Cordella
drammaturgia collettiva
con Francesca Gemma, Vanessa Korn, Umberto Terruso, Fabio Zulli
disegno luci Marcello Falco
costumi e realizzazione scene Stefania Corretti e Maria Barbara De Marco

una produzione Oyes
con il sostegno di fUnder 35 e MiBACT Regione Umbria/Comune di Gubbio/URA NEXT - Laboratorio delle idee per la promozione e la distribuzione dello spettacolo dal vivo



Le date

STAGIONE_20172018
PANICALE - Teatro Caporali - ven 2 feb 2018 - ore 21



Approfondimenti