Occhisulmondo

Compagnie umbre


www.occhisulmondo.org / facebook:osm dynamic acting / you tube:occhisulmondo / mail:info@occhisulmondo.org


La compagnia OSM (Occhisulmondo), nata nel 2005, è impegnata nella ricerca di una azione espressiva semplice e dinamica. OSM è composta da danzatori e attori provenienti da esperienze formative e professionali diverse, maturate in realtà Nazionali ed Internazionali. Quello messo in scena da OSM è un Teatro Dinamico che cerca di fondere diversi generi basati sul linguaggio del corpo e sul significato del movimento nello spazio vuoto, attraverso lo studio delle azioni fisiche e dei processi emotivi.
Il nostro personale processo di studio si orienta in modo trasversale su piani differenti: lo spazio vuoto, il corpo, la drammaturgia.L'immagine è quello che cerchiamo come risultato del nostro lavoro, un immagine emotivamente dinamica.
La compagnia ha avuto incontri di studio e formazione con: Jurij Alshitz, Francis Pardeilhan, Massimiliano Civica, Matteo Tarasco, Loris Petrillo, Salvo Romania, German Jauregui.

Memebri: Presidente: Michele Bigerna
              Dir.Artistica: Massimiliano Burini-Arianna Cianchi
              Performer: Matteo Svolacchia, Amedeo Carlo Capitanelli, Daniele Aureli, Giulia Frattini, Serena Gabriele, Irene Coletta, Andriy Manslonkin, Samuel Salamone, Greta Oldoni, Caterina fiocchetti.

ULTIME PRODUZIONI

Le babbucce del buon Re:
prod.2011

Studiare Caligola di Camus, un'opera grandiosa, che parla dell'uomo e per l'uomo. Abbiamo cercato una strada, un percorso per avvicinare i temi dell'opera, molteplici a dire il vero e stratificati.
Non ci siamo posti un limite nè un traguardo visibile. Abbiamo preferito procedere lentamente come un respiro, cercando di giocare con il testo, ma non con il contesto, abbiamo iniziato un percorso nell'opera che potesse indagare la mancanza, la solitudine, l'assenza, la perdita attraverso l'assurdo.
Tutto questo cercando di mettere in parallelo noi ai personaggi della storia e disegnando un quadro che potesse contenerne le follie. Abbiamo trovato il contemporaneo della nostra società, così forte in questa storia che non abbiamo fatto altro che seguirlo. Leggere il Caligola di Camus è leggere la storia dell'uomo contemporaneo, cosi pieno di sè da dimenticare il presente, l'assurdità di certe azioni è solo il palesarsi logico di un mondo confuso e alla deriva.
Con Daniele Aureli Massimiliano Burini Giulia Frattini Matteo Svolacchia
coregrafie Arianna Cianchi
drammaturgia e regia Massimiliano Burini
durata 63 minuti

LE PUPE
Prod.2012 debutto novembre 2012.
La pupa è uno stadio che si manifesta nel corso dello sviluppo postembrionale degli insetti olometabolie che precede lo stadio di adulto. Lo stadio di pupa è talvolta confuso con quello di ninfa, in realtà proprio delle metamorfosi incomplete. La pupa deriva dall'ultima muta larvale. Il passaggio dallo stadio giovanile a quello adulto è alquanto impegnativo, perciò lo stadio di pupa si svolge in uno stato di quiescenza, talvolta protetto all'interno di involucri di varia natura. La pupa si presenta abbastanza simile all'adulto perché vi si riconoscono gli elementi morfologici tipici dell'adulto (suddivisione in capo, torace e addome, presenza delle appendici quali le antenne, l'apparato boccale, le zampe, le ali). La profonda differenza risiede tuttavia nel modo in cui sono articolate le appendici e, soprattutto, nello stato di quiescenza della pupa, che perciò è immobile e non si nutre.
FONTE WIKIPEDIA

Con:Arianna Cianchi Irene Coletta Giulia Frattini Serena Gabriele
e con Andriy Maslonkin
scene Massimiliano Burini
musiche originali Maisaund
coreografie e regia Unwaste
coreografie e regia Massimiliano Burini
durata 40 minuti

IO MIO DIO_studio per scenario 2011
è la nostra visione del contemporaneo, il disagio di una società, è la follia dell'uomo e della donna sempre più impegnati nell'avere. è la completa dimenticanza di ciò che eravamo e di ciò che siamo. è la perdita dei valori e la trasformazione della fede è l'incertezza di ciò che sarà.
Finiremo i nostri giorni in abito da sera, o con rossetto e tacchi a spillo, con la paura o la speranza di un'imprevista selezione all'ingresso.  Come ci evolveremo, se mai ci evolveremo?
di e con Daniele Aureli Massimiliano Burini Matteo Svolacchia
musiche originali Artisti Vari
scene OSM
durata 20 minuti
Debutto previsto 2012

PROGETTI IN ATTO:

1PRINCIPE
Da Amleto di William Shakespeare
Traduzione e scrittura di scena di Massimiliano Burini
Regia Massimiliano Burini

Prendiamo in prestito la metafora shakespeariana dell'Amleto per porci la seguente domanda: esiste in ciascuno di noi un compito etico rispetto alla vita? Ed è possibile mantenere, in presenza, tale compito, almeno qualche volta nel corso della nostra vita?  Abbiamo ricostruito un mondo di Marionette, di uomini di cera rinchiusi nel loro non agire, maschere del marcio che è dentro ognuno di loro. Il racconto viene asciugato di tutto il superfluo, per mettere in scena i drammi umani di personaggi-fantasmi che si muovono in uno spazio altro dal reale.
Debutto Previsto: 2013.

CONTATTI

www.occhisulmondo.org
facebook : osm dynamic acting
you tube : occhisulmondo
mail: info@occhisulmondo.org